catania
login  |  recupera password  |  registrati
skin-adv
home / hi-tech / Eccezzziunale VeramenTech
qui titolo pubbli

Eccezzziunale VeramenTech

Flagelli tecnologici

La scarpa che ricarica il tuo iPod
Giratela come volete ma nella vita alcune accoppiate sono destinate a diventare leggenda. Cioccolato e panna? Sesso e sigaretta? Banali! Parlo di corsetta e iPod. Chi può dire di non aver mai fatto una bella sudata con Lady Gaga? 
Non provate a mettere l’iPod alle orecchie però. L’iPod va sotto la scarpa e viene pure ricaricato. Parola di Tom Krumpenkin e Ashley Taylor, due ricercatori statunitensi che si preparano a brevettare la tecnologia InStep.
Alla base di tutto c’è l’energia meccanica prodotta durante passeggiate e corse (fino a un Kilowatt di potenza) che viene convertita in corrente elettrica. A fare il miracolo saranno una suola con un substrato nano-ingegnerizzato e un ricevitore wireless.
L’idea, ancora in fase embrionale, ha già fatto partire la corsa all’acquisto: migliaia di società hanno iniziato una gara per creare innovativi modelli di scarpe e suole hi tech da inserire nei mocassini preferiti.
La previsione è quella di poter ricaricare non solo iPod ma anche telefoni cellulari e smartphone. I dispositivi avranno addirittura un’autonomia dieci volte superiore al normale. 
...E pensare che qualcuno ci aveva già pensato. Guarda il video in fondo alla pagina. 
 
 
Ruote autogonfianti
La pompetta: quando ti serve non ce l’hai mai! 
Avrà pensato a questo Benjamin Krempel prima di ideare la sua bicicletta dalle ruote autogonfianti. E allora pompetta sia! 
Finiti i tempi cupi dei ciclisti della domenica. Mai più bloccati nei boschi dell’Etna per una ruota a terra, mai più umiliazioni fisiche durante gli autostop. La pressione delle vostre ruote sarà più equilibrata di una ginnasta russa. Come? Grazie a una pompetta installata nel pneumatico della bici che permetterà, pompando o risucchiando aria, di mantenere la pressione della camera d’aria sempre in equilibrio. Le vostre ruote saranno di marmo e verrà scongiurato anche il rischio di bucarle. Il progetto, chiamato PumpTire, non ha ancora dei finanziatori ma ha già un prezzo sul mercato: 50 euro la versione “Professional” e 45 per la più economica “City Pro”.  Sentite il bisogno irrefrenabile di comprarle nonostante non abbiate una bici?
Nell'attesa guardate il video di spiegazione in fondo alla pagina. 
 
 
L’app dei semafori verdi
Un semaforo rosso è la causa di decine di mali: accumuli di stress sublimati da botte al volante, ettolitri di benzina bruciati, sguardi di sfida col vicino di automobile. Per fortuna ci sono gli studiosi dell’università di Princeton che, invece di trovare la cura ai nostri mali, hanno pensato a un’applicazione in grado di suggerirti la velocità giusta per trovare i semafori sempre verdi. Si chiama SignalGuru ed è già stata testata con successo sugli iPhone di Singapore e Massachuttes. L’applicazione funziona grazie alla videocamera dei telefonini che, montata sul cruscotto dell’auto, raccoglie e condivide dati tra tutti gli utenti ed elabora i suggerimenti per l’andatura ideale.
Così tra il navigatore che ci dice dove andare e il telefonino che ci dice a che velocità camminare, la nostra macchina sarà simile a un call center.